mercoledì 3 ottobre 2007

Da "La Nazione" di oggi: "Si finge il figlio al telefono: 'Paga'. Donna truffata per duemila euro"

Ne avevo parlato in occasione di una tentata truffa ai danni di mia nonna in un post di qualche tempo fa.

Purtroppo pare che il piano dei criminali -chissà se gli stessi che ci provarono con mia nonna- abbia raggiunto il proprio scopo e oggi se ne ha notizia dalla prima pagina di cronaca locale montecatinese de La Nazione (vedi sotto).

cliccare per ingrandire
Colgo quindi l'occasione per rinnovare l'invito -sono raccomandazioni che non si ripetono mai troppo spesso- a stare in guardia nei confronti di presunti venditori di computer "a domicilio" che tentano di truffare persone solitamente anziane affermando di essere già in parola col figlio per la vendita di un computer. Con una scusa, chiedono soldi -nel caso su La Nazione di oggi, 1900€ alla potenziale vittima e, se necessario, gli passano telefonicamente il presunto/la presunta figlia -ovvero, un altro complice, su una linea molto disturbata-.

Ovviamente è tutto falso, perciò non crede loro, stanno solo cercando di truffarvi.

1 commenti:

Lucia ha detto...

Ciao Elena, anche al Lago ieri mattina c'è stato un tentativo di truffa nei confronti di una signora..così ho scritto anche io un post per continuare insieme a te la lotta ai truffatori..
A presto!!!