martedì 25 dicembre 2007

BUON NATALE!


A tutti un felicissimo Natale, pieno di
regali,
divertimento e affetto :)

Auguri!

sabato 22 dicembre 2007

Inaugurazione di via Garibaldi a Monsummano

Finalmente, dopo diversi mesi di lavori, è stata inaugurata questa mattina alle 10,30 la nuova via Garibaldi di Monsummano (da alcuni meglio conosciuta come "via del Ciuo", chiunque ne conoscesse il motivo è pregato di farcelo sapere :) ).
Come promesso, ho scattato qualche foto disponibile in qualità migliore sullo spazio Flickr di Monsummano Terme on line.






giovedì 20 dicembre 2007

Riapertura via Garibaldi sabato 22 dicembre

Finalmente riaprirà al traffico via Garibaldi a Monsummano.
Il taglio del nastro della via è previsto per questo sabato, 22 dicembre, alle ore 10,30.

Quella mattina presterò servizio all'urp del Comune come servizio civile ma vedrò di fare un salto all'inaugurazione per fare qualche foto da mettere sul blog.
Come sempre, sono ben accette anche le vostre foto.

Ecco il link della notizia pubblicata sul sito del comune.
Il comunicato è anche scaricabile in formato pdf.

martedì 18 dicembre 2007

Pattinaggio sul ghiaccio a Montecatini

La mail di una gentile signora mi consiglia di inserire sul blog gli orari e i prezzi delle due piste di pattinaggio sul ghiaccio a Montecatini.



Innanzitutto, dove si trovano: la più conosciuta è quella al Gambrinus, allestita già per il secondo anno e di cui mi hanno fatto avere anche la locandina che vedete qui sotto e dettaglio con orari e prezzi che potete scaricare in formato pdf.



L'altra è all'entrata secondaria dell'Ipercoop sempre a Montecatini. Per questa seconda pista chi sapesse già di preciso periodo, orari (che dovrebbero andare di pari passo con quello del supermercato) e prezzi lo può segnalare in un commento o scrivendo una mail al blog, a ogni modo, cercherò di informarmi io stessa il prima possibile.

giovedì 13 dicembre 2007

Inaugurazione libreria Edison a Pistoia

Anche se è una notizia che interessa di più la città di Pistoia e dintorni, sono felice di segnalare l'inaugurazione di una nuova libreria, della catena Edison Bookstore in via degli Orafi n. 64 a Pistoia.

L'inaugurazione si terrà sabato 15 dicembre a partire dalle ore 18.00.

Per quanto rimanga un'amante delle librerie alla vecchia maniera (come purtroppo sempre meno se ne trovano), un po' polverose e dall'odore degli scaffali di legno e le pagine di carta, posti in cui i cui proprietari sembrano aver letto tutte le migliaia di libri che tengono in bottega, sono sempre felice quando viene aperta una nuova libreria perciò vi invito a fare una scappata a questa inaugurazione (o in una qualsiasi altra libreria) e magari -come di questi tempi si sente spesso raccomandare- scegliere un libro come regalo di Natale per una persona cara.

Segnalo infine che la Edison Bookstore di Pistoia ha già il proprio sito web attivo.

martedì 11 dicembre 2007

Gli urban blog della Valdinievole

Vi segnalo l'articolo di Simone Piazzesi, che già conosciamo per essere l'autore di Topo Oreste e La Grande Città (di cui si è parlato in alcuni precedenti post), in cui veniamo intervistati io e il fondatore del Montecatini bloggers' corner.
L'articolo si trova su Los Nodo, sito pistoiese legato all'arci.
Ovviemente ringrazio anche in questa sede Simone che è stato così carino da dedicare un articolo al fenomeno dell'urban blog nonchè da propormi questa piccola intervista.

sabato 8 dicembre 2007

Tempo di addobbi

Non vado particolarmente fiera del mio albero di Natale, ma forse, come per i regali, basta il pensiero :)

E voi avete preparato albero e presepe?

mercoledì 5 dicembre 2007

Rallentamenti nell'aggiornamento del blog

Vorrei scusarmi per il rallentamento dell'attività del blog.

Tale rallentamento è stato dovuto all'aumento dei miei impegni con la collaborazione (che presto, spero, dovrebbe essere formalizzata in tirocinio) iniziata presso la United Comunication grazie al progetto BlogLab e da piccoli problemi personali (fortunatamente in via di risoluzione :) ).

Conto di riprendere un'attività di aggiornamento più regolare già, al più tardi, dalla prossima settimana.

martedì 27 novembre 2007

La Charta Turistica di Montevettolini

La Charta Turistica è un piccolo pieghevole che contiene tutte le informazioni storiche e culturali utili a chi intende visitare il borgo di Montevettolini, ma anche a chi vi abita e magari vuol sapere qualcosa in più del proprio paese.

Di seguito propongo alcune foto di come si presenta su depliant cartaceo, potete infatti vederne la prima pagina e la cartina che si trova all'interno. Sul retro, invece, si possono leggere le informazioni relative ai punti indicati sulla mappa in lingua italiana e inglese (nella versione francese e tedesca è riportata solo l'introduzione).



Realizzata da Associazione Il Rondò Montevettolini, con il contributo di Fondazione Banche di Pistoia e Vignole per la Cultura e lo Sport e con il patrocinio del Comune di Monsummano Terme, la Charta Turistica di Montevettolini si può trovare presso il Comune di Monsummano Terme, oppure è consultabile dall'apposita pagina dedicata del sito de Il Rondò di Montevettolini.

giovedì 22 novembre 2007

ATTENZIONE truffa anziani a Monsummano

Riporto per intero la dettagliata mail di una cara amica, che mi segnala questa truffa ai danni di una signora che conosce, modificherò soltanto i nomi delle persone coinvolte.
Penso descriva benissimo come questi personaggi stanno agendo, leggete e mettete in guardia quante più persone riuscite ad avvertire:

Dunque..venerdì scorso, in località Tre Fontane a Monsummano, la signora Tina ha ricevuto la visita a casa di due persone vestite benissimo che si spacciavano per tipi dell'Enel (per altro con un'audi A3 parcheggiata fuori...!!!). Queste persone, con in mano delle bollette, ne richiedevano il mancato pagamento. La signora, anziana e poco scionna, è andata dopo una serie di domande e dubbi a prendere i soldi. Alla vista dei contanti questi hanno cominciato a sorprendersi di come potesse la signora essere ancora in possesso di banconote fuori corso e le hanno spiegato che gliele avrebbero ritirate loro in quanto non più buone e sarebbero tornati il giorno dopo a prendersi i contanti "buoni". (Intanto si son presi quelli!!).
Il giorno dopo sono effettivamente tornati, ma il marito di Tina, che tornava a casa, ha notato un'auto giù nel cortile che non ci doveva stare e a cominciato a girare intorno casa per cercarli. Ovviamente questi se la sono data a gambe a piedi. Se siano tornati per riprendersi solo nuovamente l'importo delle bollette o per altro non lo so.
L'impressione che ho avuto è che la prima visita sia stata solo un modo per tastare il terreno,vedere se c'erano giovani o solo anziani. Prima visita comunque ripagata da quei soldi "non più buoni"che si sono intascati.

Ringrazio moltissimo Sara che ha fatto questa segnalazione, nella speranza che questi criminali vengano presto arrestati e i soldi recuperati.

venerdì 16 novembre 2007

Notturni

Sono ormai quasi passati due mesi dalla serata dedicata alla raccolta di racconti Notturni, di Renata Bascelli (che a suo tempo avevo annunciato con un post) e non ho veramente scusanti per non essere riuscita a trovare il tempo di riparlarne prima.

Adesso, avendo forse perso senso l'idea di fare una cronaca della serata (di cui pure conservo qualche appunto :) ) vorrei dedicare questo spazio a un insegnamento -o meglio: io lo considero un insegnamento poi non so se si può definire tale-. Un insegnamento che forse a prima vista può sembrare banale ma che reputo sia importante ricordare e che, sono certa, sta abbastanza a cuore anche alla prof.ssa Bascelli, autrice di Notturni.
E' la lezione che Italo Calvino definì dell'esattezza. Cito da Lezioni americane, sei proposte per il prossimo millennio:

Esattezza vuol dire per me soprattutto tre cose:
  1. un disegno dell'opera ben definito e ben calcolato;
  2. l'evocazione d'immagini visuali nitide, incisive, memorabili; in italiano abbiamo un aggettivo che non esiste in inglese, "icastico", dal greco eikastikos;
  3. un linguaggio il più preciso possibile come lessico e come resa delle svumature del mensiero e dell'immaginazione.

Su vari aspetti dell'esattezza c'è stato modo di discutere nella serata dedicata a Notturni e in particolare anche l'autrice ha avuto modo di soffermarvisi. In particolare nella sua prima pubblicazione, a detta di tutti coloro che hanno già letto il testo, spicca subito l'intento di usare, quando necessario, anche parole un po' fuori dall'uso comune, rare o obsolete proprio per il piacere di poter descrivere meglio, attraverso la parola più indicata, "quell'oggetto, quel sentimento, quella sensazione, per aderire meglio alle cose" (tra virgolette, ho citato letteralmente parte di un intervento di Renata Bascelli, ovviamente i corsivi sono miei).

Ricordo a tutti gli interessati che il libro Notturni è disponibile presso la libreria Vezzani (di fianco al Giovannini) di Montecatini Terme in conclusione, ecco un'altra citazione dalle Lezioni Americane, in un tratto del testo poco oltre quello sopra riportato:

Alle volte mi sembra che un'epidemia pestilenziale abbia colpito l'umanità nella facoltà che più la caratterizza, cioè l'uso della parola, una peste del linguaggio che si manifesta come perdita di forza conoscitiva e d iimmediatezza, come automatismo che tende a livellare l'espressione sulle formule più generiche, anonime, astratte, a diluire i significati, a smussare le punte espressive, a spegnere ogni scintilla che sprizzi dallo scontro delle parole con nuove circostanze. [...] Quel che mi interessa sono le possibilità di salute -dall'epidemia-. La letteratura (e forse solo la letteratura) può creare degli anticorpi che contrastino l'espandersi della peste del linguaggio.

Credo che se quanto affermato da Calvino in occasione del suo ciclo di lezioni negli Stati Uniti nel 1985 (da cui ha tratto il materiale per il saggio da cui ho citato) è ancora valido -e penso proprio che lo sia-, sicuramente il testo di Renata Bascelli può essere un esempio su come equipaggiarsi di quegli anticorpi in grado di contrastare l'espandersi della peste del linguaggio.

domenica 11 novembre 2007

Primo spettacolo stagionale al Teatro Yves Montand

Avrei voluto pubblicare questo post nonappena arrivatami l'informazione (da una delle mie colleghe del Servizio Civile che abita nei pressi del teatro Montand) e cioè nel primo pomeriggio di venerdì, ma a causa sia di problemi tecnici che personali ho dovuto rimandare fino ad oggi.

La biglietteria del teatro, che doveva aprire dalle 16,30 alle 19,30 di venerdì, di ieri e poi nella mezz'ora antecendente l'inizio dello spettacolo Ritorno a casa Gori, non ha potuto vendere alcun biglietto perchè tutti i posti disponibili per la serata di ieri erano stati venduti su abbonamento.

Il teatro, infatti, non ha ancora ottenuto l'agibilità per il terzo ordine di posti (la galleria) e gli unici biglitti rimasti fuori dagli abbonamenti sarebbero stati quelli.
Quanto ho riportato è ciò che mi è stato comunicato dall'operatrice della biglietteria per telefono, venerdì pomeriggio.

Ne ho dedotto (ma accetto smentite da chi è meglio informato di me) che per i futuri spettacoli, quando il teatro sarà agibile per intero, gli unici posti disponibili saranno quelli della galleria.

lunedì 5 novembre 2007

Corsi presso l'Isola dei Ragazzi

Vorrei segnalare che a cominciare da venerdì (9 novembre) inizieranno i corsi gratuiti dedicati ai giovani dai 14 ai 18 anni presso l'Isola dei Ragazzi di Monsummano (scorrere nella pagina fino a trovare la parte dedicata all'Isola, con i suoi recapiti e la descrizione delle sue attività principali).

Da venerdì 9 novembre dalle ore 18.00 alle 20.00
A che gioco giochiamo - organizzato in nove incontri per conoscere e imparare i giochi di conoscenza, i giochi di movimento, i giochi con la musica e quelli espressivi come mimi e fotografia di gruppo, mentre quattro delle serate in programma saranno dedicate a vari laboratori (di reciclaggio, di costruzione giochi e di animazione). Il ciclo si concluderò con una festa nella serata dell'ultimo incontro.

Da martedì 12 novembre dalle ore 20.30 ale 22.00
Nasi rossi, alla ricerca del nostro animo clown - così recita il volantino relativo alle iniziative presentate in questo post e che potete trovare in vari punti della città, tra cui l'URP del Comune: "percorso propedeutico per aspiranti sognatori che hanno voglia di giocare con sé stessi...scoprendo il clown che si nasconde dentro ognuno di loro!!!"

Da mercoledì 13 novembre dalle ore 21.00 alle 22.00
Giocolando - esercizi di giocoleria e arti di strada

Per maggiori informazioni, cliccare sul link a inizio post relativo all'Isola dei Ragazzi oppure scrivere al solito indirizzo di posta monsummanotermeonline@gmail.com

domenica 4 novembre 2007

Domeniche al Planetario

Oggi comincia la serie delle domeniche dedicate a conoscere il cielo, un'iniziativa organizzata dal Museo della Città e del Territorio di Monsummano in collaborazione con l'Associazione astrofili Valdinievole Alessandro Pieri.

Si tratta di un ciclo di sette domeniche che si concluderà il 27 di aprile prossimo. L'ingresso è libero, anche se coloro che si saranno prenotati avranno la precedenza al Planetario. Il pomeriggio di oggi sarà dedicato al Sole, di seguto riporto l'intero calendario, scaricabile anche in versione pdf dalla colonna di destra di questo blog, come potete vedere, tutti gli incontri previsti inizieranno alle quattro del pomeriggio:

  • oggi domenica 4 novembre 2007 dalle ore 16,00: Il Sole, con Franco Canepari
  • domenica 25 novembre 2007 dalle ore 16,00: Storia di un fossile vivente: il Coelocanthus, con Guido Guidotti
  • domenica 30 dicembre 2007 dalle ore 16,00: Il mondo in una goccia d'Acqua, con Franco Canepari
  • domenica 27 gennaio 2008 dalle ore 16,00: Anatomia di un temporale, con Guido Guidotti
  • domanica 24 febbraio 2008 dalle ore 16,00: Archeoastronomia, con Cecilia Bencini
  • domenica 30 marzo 2008 dalle ore 16,00: Il Sistema solare, con Claudio Frangioni
  • domenica 27 aprile 2008 dalle ore 16,00: Storia di una stella, con Mauro Giovannini

Per maggiori ingormazioni, si può contattare direttamente il nostro Museo della Città e del Territorio, l'Ufficio Cultura del Comune di Monsummano, o l'Associazione Astrofili della Valdinievole.

giovedì 1 novembre 2007

Sponsor per campionati del mondo offshore class one 2008

Qualche giorno fa sono stata contattata da un giovane delle nostre parti in cerca di sponsor per i prossimi campionati del mondo di offshore, riporto di seguito il contenuto della sua richiesta, in cui, oltre a cercare sponsor per il prossimo campionato mondiale, racconta in cosa consiste questo sport e quale ne è la sua esperienza.

“Ciao, il mio nome è Riccardo Calugi, ho 36 anni e vivo a Castelmartini Larciano, provincia di Pistoia, attualmente oltre a essere un imprenditore in import-export, gestisco con mia moglie il tabacchi-edicola il Centauro in via Francesca Pazzera.
La mia unica passione è quella per la velocità e per tutto ciò che ha un motore, così anche i miei studi sono stati indirizzati all’approfondimento di materie come la meccanica.
Fin’ora, assecondando la mia passione, ho avuto modo di provare l’adrenalina data dalla velocità di diversi mezzi e sport estremi: go-kart, moto, paracadutismo, base jumping, apnea profonda.

Condivido l’amore per motori e velocità, trasmesso da mio padre, con Luca, mio fratello; già giovanissimi, quando avevo appena diciotto anni, costruimmo assieme un’auto da corsa per provarne l’ebbrezza. Ancora più giovane, praticamente bambino, guidavo i trattori che mio padre aveva in azienda, sognando fossero rombanti macchine sportive.

In seguito, dopo molte esperienze nel mondo dei motori, mi sono appassionato anche all’offshore. L’offshore è uno sport che viene praticato con catamarani che montano due motori Lamborghini da 900 cv e che raggiungono la velocità di 130 miglia orarie (circa 260 km/h). Un buon termine di paragone per questo tipo di barca è senz’altro l’auto da F1, non per niente, infatti, le imbarcazioni da offshore sono considerate le Ferrari del mare. Come si può ben intuire, non certo uno sport per tutti, ma solo per coloro che amano l’estremo: correre su questo tipo di catamarani è veramente molto dura, quando il mare non è liscio, le botte che prendi sembrano smontarti le ossa e ci si accorge del vero peso della testa sul collo, ma per chi ama queste corse è come fare una passeggiata in pedalò. Uno sport molto affascinante, dunque, anche per gli spettarori.

Dopo aver superato ottimamente varie prove in questa disciplina, potrò partecipare al prossimo campionato del mondo, nel 2008, gareggiando assieme al team Giorgi offshore, tra Grecia, Norvegia, Romania, Egitto, Qatar, Dubai (salvo cambiamenti di programma).

Per questo motivo, mi sono messo in contatto con l’amministratore di questo blog al fine di ricercare, attraverso questo spazio, sponsor per l’avventura del campionato mondiale del prossimo anno. Qualsiasi azienda interessata può mettersi in contatto con me attraverso questo blog. Chi mi farà da sponsor accompagnandomi in giro per il mondo per il campionato mondiale offshore, avrà l’opportunità di far conoscere il proprio marchio attraverso questo sport unico e attraverso un’esposizione mondiale su diversi mezzi di comunicazione (internet, giornali, televisioni come Odeon, Sky, Nuvolari, Sailing chanal)”.

Per mettervi in contatto con Riccardo Calugi, scrivete al solito indirizzo di posta del blog e provvederò a girargli le vostre mail. Questo post è disponibile anche in versione pdf, scaricabile dalla nostra sidebar sotto al titolo Scarica i nostri file.

sabato 27 ottobre 2007

It's Halloween time

Anche nel mio piccolo paese qualcuno ha pensato a organizzare qualche serata in tema.

Vi propongo quella del bar-pizzeria Yabadabadu di via Francesca - Uggia che per la serata ha sudiato il menu a tema:


aperitivo della streghetta

antipasto stregato
(mix di crostini e caprese di vera bufala campana)

gran pizza fantasmina
(funghi, proscutto crudo, pomodoro a fette e mozzarella fior di latte)

dolcetto

birra e coca cola alla spina
acqua naturale e frizzante
caffè


al prezzo di 15 €, come illustrato nel volantino


Mercoledì sarà il giorno della festa d'importazione più famosa di tutte: halloween.
E voi cosa suggerite? Raccontate come pensate di passare la serata nei commenti :)
(Mi scuso per la foto un po' scura ma purtroppo non sono riuscita a fare di meglio).

giovedì 25 ottobre 2007

Volontari del Servizio Civile all'URP di Monsummano

Se siete capitati all'Ufficio Relazioni col Pubblico (URP) di Monsummano Terme da inizio ottobre a ora, avrete senz'altro notato la presenza di alcune nuove giovani dipendenti. Tra queste, ci sono anche io (ho già incontrato qualche lettore del blog tra gli utenti dell'ufficio URP :) ) ma il gruppo di cui faccio parte non dipende direttamente dal Comune, bensì fa parte del Servizio Civile Nazionale di cui anche Monsummano si è potuto avvalere quest'anno grazie a due distinti progetti (La rete è per tutti per l'URP e Muse e Musei per l'Ufficio Cultura).

Con questo piccolo post, che col senno di poi mi rendo conto avrei fatto meglio a pubblicare a inizio del mese ^_^', volevo scusarmi con molti dei cittadini che saranno rimasti forse spiacevolmente colpiti da come noialtre ragazze (ci sono anche altri due ragazzi volontari del servizio civile ma sono quasi per la totalità del tempo impegnati all'Ufficio Informatica) sappiamo rispondere a solo un numero limitato delle loro richieste. Ciò è dovuto al poco tempo a disposizione che abbiamo finora avuto per apprendere tutti i procedimenti svolti dall'Ufficio e dal fatto che il progetto di cui facciamo parte ha in programma il raggiungimento di obiettivi anche diversi da quelli portati ordinariamente avanti dall'ufficio stesso (progettazione e realizzazione di altre iniziative, miglioramento dell'organizzazione dei siti ecc.).

E' soltanto una questione di tempo ma ci stiamo tutti impegnando a imparare il prima possibile a rispondere a tutte le domande degli utenti e sono sicura che miglioreremo ogni giorno.

martedì 16 ottobre 2007

Chi vorrebbe il tempo pieno per le elementari?

Con questo post intendo lanciare una specie di sondaggio nella speranza di essere di qualche aiuto a una signora monsummanese con alcuni problemi riguardo alla conciliabilità tra orario di lavoro e orario scolastico dei figli.

La situazione è probabilmente comune a più genitori sul nostro territorio, cerco di riportare più fedelmente e chiaramente possibile il problema espostomi in una mail:

alcune scuole elementari della zona adottano la formula del giorno lungo, ma solo per pochi giorni a settimana per ogni classe. Quando, però, l'orario della scuola non prevede detto prolungamento della giornata scolastica, i bambini terminano le lezioni alle 12.30.

Nonostante le scuole siano dotate di servizio di pulmino e, per alcune, collegamenti anche con l'Isola dei Ragazzi, centro di attività ricreativa per bambini delle elementari, in alcuni casi -ad esempio genitori che lavorano e non possono contare sull'aiuto di nonni o altri parenti per andare a prendere i bambini a scuola e farli pranzare- i genitori si vedono costretti ad articolare il proprio orario di lavoro in funzione di quello scolastico (ovvero: uscire prima da lavoro nei giorni in cui i figli escono da scuola alle 12,30). Organizzarsi in questo modo, lo stesso adottato dalla signora che mi segnala questo tipo di problema, è comunque abbastanza sostenibile se si tratta di pochi giorni a settimana (ad esempio: avere un figlio che esce da scuola alle 12,30 solo due giorni a settimana) ma diventa molto più complicato se si dà il caso di figli che frequentano classi diverse e quindi si verifica la necessità di uscire da lavoro prima ogni giorno per riprendere all'uscita di scuola quando l'uno, quando l'altro figlio.

A quante persone è comune la situazione sopra descritta e quindi vorrebbero un orario scolastico prolungato per i propri figli o quantomeno un servizio mensa attivo ogni giorno? Pare, infatti, che una simile soluzione potrebbe essere attivata in caso di un numero abbastanza consistente di richieste. Ovviamente si accettano anche altre idee per agevolare i genitori che si trovano in questa situazione.
Potete rispondere con un commento o inviando una mail di modo che possa mettervi in contatto con la signora che per prima ha esposto questo genere di problema.

Devo ammettere che a livello informale (amici e parenti a cui ho esposto il problema) ho accolto pareri contrastanti su una simile richiesta, perciò immagino che ce ne potranno essere anche tra i commenti a questo post o tra le mail che riceverò in proposito. Tuttavia, personalmente mi è sembrato giusto parlare di questo tipo di problema in virtù di uno degli scopi principali per cui è nato il blog, ovvero quello di essere uno strumento di aggregazione, conoscenza reciproca e magari anche il mezzo attraverso cui trovare soluzioni a problemi comuni. Detto questo, è ovvio che la definizione di problema può essere diversa da persona a persona; in questa sede intendo accogliere la richiesta di una persona che ha esposto il suo disagio e cerca altri nella stessa situazione senza dare, qundi, troppo spazio a commenti su questioni di opportunità (quali possono essere, ovviamente: l'opportunità di un orario prolungato ogni giorno per i bambini delle elementari, l'opportunità di una rimodulazione dell'orario di lavoro ecc.).

Per simili appunti, penso si possa trovare migliore collocazione o in un ulteriore post o attivando un dibattito attraverso mail da riportare in questo spazio successivamente e se utile.

venerdì 12 ottobre 2007

8° raduno Fiat 500

Si terrà il 21 ottobre l'8° raduno Fiat 500 organizzato dalla Misericordia di Pieve a Nievole in collaborazione con ACI e lo stesso Comune di Pieve.

Il programma prevede il ritrovo dalle ore 8.00 alle 11.00 presso la sede della Misericordia a Pieve a Nievole con iscrizione al raduno di 5 euro.

Alle ore 11,15 le auto partiranno per un giro turistico nella Valdinievole, una sosta per l'aperitivo e il pranzo alle 13 presso il ristorante le Pietre Cavate per tutti i partecipanti.

Alle ore 16,00 prova di abilità.

Per maggiori informazioni si può contattare direttamente il centralino della Misericordia alla Pieve o scrivere all'indirizzo mail di questo blog per avere i numeri di cellulare a cui telefonare.

N.B.: anche se non scritto esplicitamente, credo che le 500 siano da intendere vecchio modello, comunque, sul volantino l'immagine raffigura un vecchio cinquino :)

giovedì 11 ottobre 2007

Programma teatro Yves Montand

E' stato pubblicato ieri, sul sito del Comune di Monsummano, il cartellone teatrale per la prima stagione (2007-'08) del teatro Yves Montand.
Per quanto non mi reputi una grande conoscitrice del teatro italiano, mi pare che il programma sia di tutto rispetto:

  • Sabato 10 Novembre, ore 21
    Alessandro Benvenuti in
    Ritorno a casa Gori di Alessandro Benvenuti e Ugo Chitiregia Alessandro
  • Sabato 1 Dicembre, ore 21
    Michele Placido in Un viaggio d'amore recital
    Percorso poetico, musicale e sentimentale da Dante a Montalecon Tom Sinatra (chitarra) e Federica Vincenti (voce cantante e recitante)regia Michele Placido
  • Sabato 19 Gennaio, ore 21
    Don Fausto di Antonio Petito
    con Salvatore Caruso, Rosario Giglio, Sabrina Scuccimarra, Luciano Saltarelli, Antonella Romanoregia Arturo Cirillo
  • Venerdì 1 Febbraio, ore 21
    Ottavia Piccolo (Premio Eti 2007 Gli Olimpici “Miglior Attrice”) in
    Processo a Dio di Stefano Massini
    con Vittorio Viviani, Silvano Piccardi
    e con Olek Mincer, Enzo Curcurù, Francesco Zeccaregia Sergio Fantoni
  • Domenica 16 Marzo, ore 21
    Andrea Brambilla (Zuzzurro) in
    Tutti i santi giorni di Michele Serra
    a cura di Fausto Vitalianoregia Andrea Brambilla
  • Sabato 26 Aprile, ore 21
    Tullio Solenghi in
    L'ultima radio di Sabina Negri
    Elaborazione drammaturgica di Tullio Solenghi e MarcelloCotugnoregia Marcello Cotugno
Le prevendite cominciano il giorno precedente a ogni spettacolo, tranne che per l'ultimo, per cui comincia due giorni prima (da giovedì 24 aprile).

Dal 15 ottobre è anche possibile abbonarsi, consiglio di scaricare l'apposito file di cui sopra (cartellone teatrale) per sapere dove, come, quando e a che prezzi si possono acqustare gli abbonamenti.

martedì 9 ottobre 2007

Intervista all'autore di "Topo Oreste e la Grande Città"

Ammetto di aver fatto aspettare sicuramente un po' troppo per questa piccola intervista a Simone Piazzesi, autore del libro Topo Oreste e la Grande Città, di cui abbiamo parlato in alcuni post del passato (Topo Oreste e la grande Città_post e Topo Oretse e La Grande Città - una breve recensione ). Mi assumo tutta la responsabilità di questa lunga attesa e riporto di seguito le risposte dell'autore alle mie domande.

Quanti anni hai?
32

Cosa fai nella vita?
Ho una laurea in lettere quindi l'occupazione principale sarebbe l'insegnamento, ma posso fare solo supplenze (quando capitano) perché non ho l'abilitazione, quindi diciamo che non è il mio lavoro definitivo.

Perché scrivi?
Perchè mi piace raccontare storie, e mi piace il senso di soddisfazione che dà rileggere una storia finita. Penso che in definitiva si scriva perchè ci dà piacere, altrimenti non lo faremmo, un po' come leggere (e difatti in troppi non leggono perchè lo ritengono "una fatica"). E poi, forse, scrivo perchè è l'unica cosa che so fare davvero.

Quando hai scritto Topo Oreste?
All'incirca una decina di anni fa, non è quindi una cosa recente. Ma le vie dell'editoria, si sa, sono contorte.

Cosa ti ha ispirato?
Una amore andato male. Non sono stato originale in questo.

A cosa può servire una fiaba?
A far arrivare in modo semplice messaggi complessi, oltre che a divertire, ma a dire il vero considero Topo Oreste più una favola che una fiaba. Anche se dal punto di vista della struttura narrativa potrebbe essere giusto anche considerarla una fiaba (l'eroe che affronta una serie di difficoltà per aiutare altri protagonisti "vittime" per poi raggiungere il successo finale), direi che sotto l’aspetto degli elementi narrativi si avvicina di più a una favola. Topo Oreste, infatti, si caratterizza per personaggi-animai che rappresentano qualità umane mentre non ha quegli elementi magico-fantastici tipici della fiaba di estrazione nordica (fate, maghi, streghe, orchi ecc.).

Fa bene leggerne anche ai grandi?
Direi di sì, anche se penso che per piacere ai grandi una favola dev'essere scritta in modo meno infantile. Un lavoro da trapezisti insomma: parlare una lingua comprensibile dai bambini ma che non annoi i grandi.

Perché?
Perchè a volte c'è bisogno di tuffarsi nella semplicità delle cose; uscire dai labirinti mentali in un cui può facilmente cadere un adulto. Una favola invece ti fa rimanere ad un livello "elementare" ma non ti impedisce di immergerti in significati più profondi.

Perché dovremmo leggere Topo Oreste?
Perchè è piaciuto praticamente a tutti quelli che l'hanno letto, anche se con sfumature diverse nei giudizi. Quindi non so dirvi di preciso "perchè" lo dovreste leggere, ma di sicuro non ne rimarreste delusi.

Cosa le piace di più del suo personaggio?
Il suo essere un "puro di cuore", uno che sta dalla parte dei più deboli e contro i prepotenti. E poi Oreste è un idealista che ha il coraggio di assumersi grandi responsabilità anche quando il successo è tutt'altro che scontato, e penso che sia una qualità molto rara.

Sono previste per lui nuove avventure?
Diciamo che una bozza per un possibile sequel c'è, ma per ora è ancora allo stato embrionale.

Mi è sembrato di scorgere nel testo una possibile allegoria con la questione arabo-israeliana, forse la mia critica è stata troppo fantasiosa?
Non era nelle mie intenzioni questo riferimento specifico, ma un lettore in quanto a "significati" di un libro, ha molta più autorità del suo autore. Io ho voluto solo fare un discorso più generale su chi fa uso della forza per aggredire e chi invece lo fa per difendersi. Anzi, il messaggio principale del libro vorrebbe essere quello di evitare sempre l'uso della violenza. Quando vi ricorriamo, anche se per difenderci, ne usciamo tutti un po' sconfitti.

E quindi, indipendentemente dalle parti contrapposte, ad ogni modo, pensi che una favola possa essere un mezzo attraverso cui trattare di questioni simili?

Sì, penso di sì.

Come?
Ci sono temi così drammatici e "difficili" che, specie se se ne vuole parlare ad un pubblico giovane, richiedono per forza di cose una semplificazione. La favola permette di effettuare questa trasfigurazione. Si pensi alla "Fattoria degli animali" di Orwell, solo per fare un esempio.

Progetti futuri?
Sto mandando in giro una raccolta di racconti di genere totalmente diverso da Topo Oreste: racconti realistici che trattano grandi problematiche sociali o personali. Spero di trovare qualche editore deciso a scommetterci.

E novità editoriali per Topo Oreste?
Uscirà fra un paio di mesi, forse meno, un'edizione illustrata. Ci voleva.

A cura di chi saranno le illustrazioni?
Se ne sta occupando una giovane illustratrice perugina, Alice Cipiciani, della staff di Comicomix (
www.comixcomix.com) che si è buttata in questo lavoro con molto entusiasmo.

Esprimi un desiderio.
Pubblicare per una grande casa editrice.

Saluta come saluterebbe Topo Oreste.

Buena vida a tout le monde.

L'intervista è anche scaricabile in formato .rtf.

lunedì 8 ottobre 2007

Chiusura strade per realizzazione variante di via Francesca: il traffico sarà interrotto per 90 giorni lavorativi

Potete trovare il dettaglio della notizia sulla chiusura del traffico per i tratti delle vie Fossetto, Sereno Romani e Ponte di Monsummano del post di ieri all'apposito link predisposto sul sito del Comune di Monsummano.

Come potrete leggere anche nel pdf messo a disposizione dall'amministrazione comunale, purtroppo i 90 giorni in cui i tratti stradali saranno chiusi al traffico, si intendono lavorativi. E questo dovrebbe corrispondere a circa 4 mesi e mezzo -ma non ne sono sicura, è un conto che ho fatto io personalmente considerando 5 giorni lavorativi a settimana e quindi: 5 giorni lavorativi X 4 settimane in un mese = 20 giorni lavorativi in un mese; 90 giorni lavorativi : giorni di un mese lavorativo (20) = 4,5 mesi. In caso avessi sbagliato, segnalatelo per favore-.

sabato 6 ottobre 2007

Da mercoledì 10 chiusura strade per realizzazione della variante di via Francesca

Ho letto la notizia questa mattina (al bar) ancora una volta su La Nazione a pag XXII della cronaca di Montecatini, in alto a sinistra in un trafiletto dal titolo Monsummano viabilità, lavori alla variante "Francesca" - via del Fossetto chiusa per 3 mesi (purtroppo non ho potuto verificare se è stata riportata anche da Il Tirreno, ma probabilmente sì) e la segnalo sul blog perchè mi sembra molto importante.

Per realizzare le rotonde che collegheranno la variante all'attuale strada, alcune vie rimarranno chiuse per un periodo di 3 mesi (90 giorni a partire da mercoledì 10 ottobre 2007), eccone l'elenco dettagliato:

  • via Del Fossetto dall'incrocio con via Del Porto all'incrocio con via Sereno Romani;
  • i primi 80 metri di via Sereno Romani a partire dall'incrocio con via Del Fossetto;
  • i primi 250 metri di via Ponte di Monsummano a partire dall'incrocio con via Cesare Battisti.

La via Del Fossetto sarà percorribile provenendo da via Cesare Battisti fino alla ditta I.T.I. (Industria Toscana Imballaggi)

mercoledì 3 ottobre 2007

Da "La Nazione" di oggi: "Si finge il figlio al telefono: 'Paga'. Donna truffata per duemila euro"

Ne avevo parlato in occasione di una tentata truffa ai danni di mia nonna in un post di qualche tempo fa.

Purtroppo pare che il piano dei criminali -chissà se gli stessi che ci provarono con mia nonna- abbia raggiunto il proprio scopo e oggi se ne ha notizia dalla prima pagina di cronaca locale montecatinese de La Nazione (vedi sotto).

cliccare per ingrandire
Colgo quindi l'occasione per rinnovare l'invito -sono raccomandazioni che non si ripetono mai troppo spesso- a stare in guardia nei confronti di presunti venditori di computer "a domicilio" che tentano di truffare persone solitamente anziane affermando di essere già in parola col figlio per la vendita di un computer. Con una scusa, chiedono soldi -nel caso su La Nazione di oggi, 1900€ alla potenziale vittima e, se necessario, gli passano telefonicamente il presunto/la presunta figlia -ovvero, un altro complice, su una linea molto disturbata-.

Ovviamente è tutto falso, perciò non crede loro, stanno solo cercando di truffarvi.

lunedì 1 ottobre 2007

Nievolando: tutte le parole tipiche raccolte fin'ora sono on line

Finalmente sono riuscita a completare Nievolando, il nostro wiki delle parole tipiche della Valdinievole, con tutti i termini ed espressioni che erano pervenuti a questo blog attraverso i post Parole, parole, parole (le nostre) e Vocabolario Sanroccano di Fulvia.

Probabilmente, troverete ancora errori e/o omissioni, ma non c'è che da segnalarmeli al solito indirizzo di posta e vedrò di provvedere al più presto a sistemare le cose.

Per mail però non dimenticate di inviare anche tutte le altre parole o espressioni tipiche di Monsummano e dintorni che vi vengono in mente.

Per visualizzare Nievolando, basta cliccare sui link di questa pagina o sull'apposito banner,



sempre disponibile anche nella sidebar qui di fianco.



Ovviamente, voglio utilizzare anche questo post per ringraziare una volta di più la signora Fulvia che per prima ha proposto l'idea di una raccolta di parole tipiche, inviando liste lunghissime di termini e espressioni e tutti coloro che hanno collaborato (e, spero, ancora collaboreranno) alla raccolta stessa (in ordine alfabetico): Alessia, Damedos - Silvio, El Pibe, Fray, Gina, Lucia, Massimo, Riccardo, Sajy, Sabrina, Silvio, Solaria, tutti coloro che pur avendo aiutato non si sono firmati.

giovedì 27 settembre 2007

Dal blog Punto Informa Monsummano

Mi pare giusto un rimando al blog a cui è stato dedicato un post l'altro giorno.

Ieri infatti, i loro curatori hanno pubblicato un'informazione che molti di noi possono ritenere interessante: l'attivazione dei corsi di lingue per adulti organizzati dal Comune di Monsummano.

Penso che queste righe siano ben spese con un rimando al loro post, completo di tutte le informazioni utili sui corsi di lingua, per dare maggiore visibilità a un'iniziativa utile, una possibilità importante di cui forse non tutti sono a conoscenza.

mercoledì 26 settembre 2007

Presentazione dei racconti "Notturni"

Venerdì 28 settembre, alle ore 21.15, in San Carlo, ci sarà la presentazione del libro di racconti dal titolo Notturni di Renata Bascelli.

Immagino che molti dei ragazzi di Monsummano e dintorni conoscano l'autrice per essere stati -o essere ancora- suoi allievi (ha insegnato a lungo presso l'Istituto Forti di Monsummano e da questo anno scolastico insegna al Lorenzini di Pescia) e quindi per loro potrebbe essere l'occasione per vedere la loro insegnante in una veste diversa, oltre che per fare la conoscenza con un nuovo testo.
Nel corso della serata, verrà anche esposta un'analisi critica dei Notturni a cura della prof.ssa Anna Brancolini.

Non ne ho avuto conferma ma immagino che ci sarà occasione per sapere come poter acquistare il libro per chi fosse interessato.

martedì 25 settembre 2007

Blog Punto informa Monsummano

Laura della cooperativa Giodò mi ha segnalato l'inaugurazione del blog Punto informa Monsummano.

Come la stessa Laura mi ha spiegato per mail, la cooperativa ha scelto la forma del blog perchè oltre a essere semplice e immediata, consente un aggiornamento tempestivo delle iniziative di Monsummano e dintorni.

Visitatelo per sapere tutte le ultime in fatto di informazioni turistiche, culturali e enogastronomiche, essendo un blog potrete sempre interagire col sistema dei commenti.
Inoltre come vedete è già attivo un elenco di link sulle strutture ricettive e i musei di Valdinievole e Montalbano.

venerdì 21 settembre 2007

Il BK1 e la festa di questa sera

Qualcuno di voi conosce il BK1?

Era già qualche giorno che volevo parlarne ma non c'era verso di reperire maggiori informazioni. Adesso un amico mi ha trovato anche il link del sito ufficiale (che si apre clickando sulla scritta BK1 poco sopra). Da come me l'avevano spiegato, avevo capito si trattasse del Glamour (correggetemi se sbaglio il nome) quel locale che si vede andando verso Montecatini sulla sinistra poco dopo il Palaterme, davanti al Cimitero. ^_^ pare invece che sia tutt'altro.
Al momento anche dal sito ufficiale sappiamo soltanto che è uno "spazio polivalente" in collaborazione con Fabrica, il centro di ricerca sulla comunicazione di Benetton, partner, a mio parere, piuttosto prestigioso. Di sicuro ne avranno parlato in cronaca locale ma evidentemente mi sono lasciata scappare questa notizia.

Perciò, penso che ora come ora il miglior modo per fare conoscenza con questo (credo) nuovo locale, show room, spazio montecatinese sia la grande festa organizzata per questa sera.
Fortunatamente gli organizzatori si sono curati anche di rendere disponibile una mappa per raggiungere il posto, visto che ancora nè google map nè viamichelin la rendono disponibile.

La festa è organizzata dal gruppo Belli di Notte, operante soprattutto in Versilia e nel fiorentino.
La serata è studiata per i gusti di una clientela a partire da sopra i 22 anni (così mi è stato detto da uno degli organizzatori), la musica sarà varia, con Michele Canini DJ (detto Montoya) e i DJ resident dello Yab di Firenze DJ, i Groove beat bros.

Trovate il dettaglio dei prezzi e tutte le altre info (ad esempio su come arrivare uscendo dall'autostrada) sull'apposito post del nostro Tumblr.

Per maggiori informazioni e per prenotazioni, vi rimando al blog del coordinatore della serata, Giacomo Bianchi.

giovedì 20 settembre 2007

Corsi di attività motoria alla Palestra e Piscina comunale

Anche se con qualche giorno di ritardo sull'inizio di alcuni corsi (mea culpa, avevo dimenticato che sarebbero iniziati il 17), voglio segnalarvi le attività motorie proposte per la stagione 2007/2008 presso le strutture sportive comunale. Sotto, ecco il fronte del volantino:


Ecco l'elenco dei corsi disponibili presso la Palestra di via della Libertà:

  • Ginnastica artistica (per bambine da 6 a 14 anni) a partire dal 2 ottobre, il martedì e il giovedì ore 17-18 e ore 18-19
  • Attività motoria adattata, per la prevenzione e miglioramento degli stati dolorosi cronici a partire dal 18 settembre, il martedì e il venerdì ore 17-18
  • Ginnastica per adulti (corpo libero) a partire dal 17 settembre, il lunedì e giovedì ore 20,15-21,15 oppure il martedì e il venerdì ore 18-19
  • Ginnastica individuale (programma personalizzato con schede e su richiesta ginnastica antalgica per lompalgie, sciatalgie, scoliosi, dolori cervicali) a partire dal 17 settembre, il lunedì e il giovedì ore 20-21,30 oppure il martedì e venerdì ore 15-19
  • Aerobica, a partire dal 17 settembre, il lunedì e giovedì ore 20,30-21,30
  • Ginnastica dolce per la terza età, a partire dal 2 ottobre, il martedì e il venerdì ore 15-16 oppure ore 16-17

Potete prenotarvi o chiedere ulteriori informazioni chiamando o andando all'Ufficio Sport del Comune di Monsummano, mentre per i vari e numerosissimi corsi della Piscina comunale, vi rimando al loro sito, dove è pubblicato orario e numeri da chiamare.

mercoledì 19 settembre 2007

Attenzione: due nuovi bandi di concorso

Attraverso l'utile (e direi anche discreta) newsletter del Comune di Monsummano Terme mi è arrivata notizia di due bandi di concorso che voglio segnalarvi.
Riguardano un posto di collaboratore contabile di categoria B a tempo pieno indeterminato presso il Comune di Massa e Cozzile e un'altro posto di istruttore contabile di categoria C a tempo pieno indeterminato presso il Comune di Lamporecchio.
In bocca al lupo :)

10000 volte grazie :)

Nei circa 150 giorni di vita del blog, sono già stati superati i 10000 click. Questo vuol dire approssimativamente una media di 65 pagine visualizzate al giorno. So che non può essere un indicatore troppo significativo del "successo" di Monsummano Terme on line ma io ne sono felice ugualmente e perciò non volevo farmi scappare l'occasione per ringraziare tutti coloro che ad arrivare a 10000 click e passa hanno contribuito. Grazie davvero :)
E un ringraziamento particolare, ovviamente, a chi più mi ha aiutata nella prima fase di progettazione e realizzazione del blog, Enetweb.

lunedì 17 settembre 2007

Fuochi artificiali

Purtroppo nemmeno ieri sera sono riuscita a arrivare in tempo per godermi almeno parte dell'ultima serata della Fiera di Larciano. A ogni modo ho pensato che da Larciano Alto ci sarebbe stata una buona vista dei fuochi d'artificio finali, che tra l'altro mi sono sembrati molto belli. Quindi ho scattato qualche foto e registrato qualche video (1, 2) :)

Per chi fosse interessato, ho foto anche dei giochi che erano presenti nell'area luna park della Fiera, per motivi tecnici adesso non sono riuscita a caricarle sul nostro Flickr.

venerdì 14 settembre 2007

A.S. Anatroccolo danza

Come promesso, dopo aver presentato l'offerta di corsi e la promozione autunnale della scuola di ballo New Club Gioia Dance, sono andata in cerca di informazioni su altre scuole di danza e ecco che vi propongo la A.S. Anatroccolo danza, presso la palestra della scuola elementare di Lamporecchio (sotto vedete il fronte del loro volantino).


Dal primo ottobre saranno aperte le iscrizioni ai seguenti corsi:

  • danza propedeutica;
  • danza classica, metodo Vaganova;
  • modern jazz;
  • funky jazz;
  • break dance;
  • ginnastica dolce per adulti;
  • balli latini e caraibici

Per ulteriori informazioni, potete cliccare sulla foto e telefonare al numero di cellulare indicato.

Purtroppo non so aggiungere altro rispetto a questa scuola, perchè non la conosco personalmente, però da chi ha visto il saggio ne ho sentito parlare in modo positivo. E' ovvio che integrazioni in merito sono bene accette, così come segnalazioni di altre scuole o corsi. Putroppo, non essendo il blog la mia attività principale, non costituendo nè un lavoro nè una testata giornalistica, non ho i mezzi per coprire l'argomento "scuole di ballo della zona" adeguatamente, ma, come sempre, sono convinta che attraverso le varie segnalazioni (anche da parte delle scuole stesse) si possa riuscire a dare un discreto servizio. Fatevi sentire :)

Sotto, il retro del volantino, con due suggestivi scatti dal saggio della scuola.


sabato 8 settembre 2007

Foto cercasi

Oggi è il grande giorno della XI Festa Medievale di Montevettolini, a cui ho dedicato un post qualche tempo fa e di cui potete ancora scaricare il programma sia dall'apposita pagina del sito Il Rondò di Montevettolini, sia da questo blog in file di word.


Ma oggi è anche la data di inaugurazione della Fiera di Larciano, che terminerà la prossima domenica (cioè il 16 settembre e anche in questo caso, potete reperire il programma sia sull'apposita pagina del sito Pro Loco di Larciano, sia da questo blog).


Purtroppo, per motivi personali (be' :) grazie al Cielo niente di spiacevole: si sposa mia cugina) non potrò essere presente a nessuno di questi eventi e quindi non potrò scattare foto, cosa ne dite di spedirmi le vostre?


Sarei molto felice di mostrare a chi, come me, non ha potuto andare a queste manifestazioni, cosa è successo attraverso gli scatti dei partecipanti :) Naturalmente, potete inviarle al solito indirizzo di posta.

mercoledì 5 settembre 2007

8-16 Settembre: Fiera di Larciano

E' previsto per questo sabato l'inizio della Fiera di Larciano, di cui vedete la locandina qui sotto.


Il programma è particolarmente ricco e si incentra su manifestazioni che si differenziano un po' da quelle delle ultime feste larcianesi di cui abbiamo parlato (l'elenco completo delle manifestazioni si trova presso l'apposita pagina del sito della Pro Loco di Larciano). In questo modo il paese sembra riuscire ad accontentare i gusti di tutti proponendo iniziative molto diverse tra loro, di cui, però, caratteristica principale rimane sempre (a mio giudizio) il massimo impegno degli organizzatori per la migliore delle riuscite (siano i ragazzi di Birrando, piuttosto che la VAB o, in questo caso, la Pro Loco o altri).

Questa Fiera, in particolare, mi sembra davvero un ottimo esempio della volontà di differenziare le iniziative proposte, conseguendo due scopi: innovazione e valorizzazione delle tradizioni già esistenti, fini che penso permettano di ideare e realizzare occasioni di divertimento e aggregazione per ogni fascia d'età.

Il programma è reperibile in diversi modi: clickando sulla locandina sopra, leggendolo sulla pagina apposita della Pro Loco di Larciano o su quella del nostro Tumblr e ancora, scaricandola in file di word.

Non mi dilungo oltre sulla manifestazione perchè spero di tornarne a parlarne nel corso del suo svolgimento, dopo avervi partecipato, di modo da dare il mio personale parere e, come sempre, ascoltare i vostri :)

Vorrei infine, ringraziare in modo particolare il sig. Stefano della Pro Loco di Larciano che mi ha permesso di riportare nel blog la locandina e i piccoli banner relativi alla Fiera che ha inizio sabato. E sempre in tema di Fiera, vorrei segnalare la necessità, specie per i ragazzi di Mamma Mia Che Varietà, di trovare una sede dove poter provare e preparare le scenografie, per le prossime rappresentazioni. Chiunque avesse disponibilità di un capannone o comunque uno spazio da far utilizzare salutariamente a questi giovani (diciamo dai 7 ai 20 anni con alcuni adulti), può contattarmi o contattare la Pro Loco di Larciano.

venerdì 31 agosto 2007

30 anni della Misericordia di Monsummano

Da domani primo settembre cominceranno i festeggiamenti per i trenta anni della Misericordia di Monsummano Terme, il programma mi è parso tanto meritorio che ho deciso di riportarne una parte anche sul blog oltre che nel nostro Tumblr. Sotto, il fronte del depliant che illustra la settimana di festa e di seguito il programma dettagliato della festa, leggibile anche sull'apposita pagina del nostro Tumblr o scaricabile in file di word.


Programma


Sabato 1 Settembre

  • dalle ore 7 alle 10: esami ematici gratuiti per colesterolo glicemia, gruppo sanguigno con infermieri professionali (senza prenotazione);
  • dalle ore 9 alle 12 e poi dalle 15 alle 19: personal trainer e test individuale (misurazione massa grassa e magra, consigli su come aumentare/diminuire le masse)gratuiti (su prenotazione);
  • dalle ore 9 alle 13: esami ecografici gratuiti per prevenzione del tumore alla mammella (su prenotazione);
  • dalle 20: cena senza prenotazione (pizzeria e gastronomia)
  • dalle 21: intrattenimento piano bar con Matteo e Milena

Domenica 2 Settembre

  • dalle ore 9: ricevimento in Piazza Giusti di associazioni e autorità;
  • dalle ore 10: messa solenne nella Basilica di Santa Maria della Fontenova;
  • ore 11,15: inaugurazione e benedizione dei nuovi automezzi in Piazza Giusti, si tratta di una ambulanza per emergenze donata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Pisa e Pescia, un'automobile nuova, donata dalla concessionaria Birindelli e un'auto ecologica acquistata con i fondi della confraternita;
  • ore 11,30: sfilata degli automezzi per le vie cittadine
  • ore 12,30: presso l'auditorio San Carlo, presentazione del libro sui 30 anni della Misericordia;
  • ore 13: rinfresco per gli intervenuti al San Carlo;
  • ore 18: Spinning gratuito per tutti presso la sede di Via Empolese 366;
  • dalle ore 20: cena senza prenotazione (pizzeria e gastronomia);
  • dalle ore 21: intrattenimento karaoke e ballo wonder con Paolo Ferraro

Lunedì 3 Settembre

  • dalle ore 9 alle 12 e poi dalle 15 alle 19: visita medica gratuita Aiuta il tuo corpo con la nutrizionista (su prenotazione);
  • dalle ore 20: cena senza prenotazione (pizzeria e gastronomia);
  • dalle ore 21: intrattenimento con Adriano

Martedì 4 Settembre

  • dalle ore 15 alle 19: visita medica gratuita con l'otorino (su prenotazione);
  • dalle ore 20: Sagra della Bistecca (su prenotazione);
  • dalle ore 21: Convegno di promozione e informazione sulla Società della Salute

Mercoledì 5 Settembre

  • dalle ore 9 alle 12: visita oculistica gratuita (su prenotazione);
  • dalle ore 15 alle 19: visita cardiologica gratuita (su prenotazione);
  • dalle ore 20: cena senza prenotazione (pizzeria e gastronomia);
  • dalle ore 21: intrattenimento piano bar con Matteo e Milena

Giovedì 6 Settembre

  • dalle ore 9 alle 13: visita gratuita col podologo (su prenotazione);
  • dalle ore 20: Cena dei Nonni, offerta dai volontari a menu fisso (su prenotazione);
  • dalle ore 21: intrattenimento con la band Spettro dei Colori, ospite: Niki Giustini

Venerdì 7 Settembre

  • dalle ore 9 alle 13: visita specialistica gratuita per la prevezione dell'ictus cerebrale (su prenotazione);
  • dalle ore 18: corsa podistica Marcia per la Misericordia;
  • dalle ore 20: Sagra del Cacciucco (su prenotazione);
  • dalle ore 21: intrattenimento jazz con Liberamente Trio

Sabato 8 Settembre

  • dalle ore 15 alle 19: visita specialistica gratuita per la prevenzione del tumore della pelle (su prenotazione)
  • dalle ore 20: Sagra della bistecca (su prenotazione)
  • dalle ore 21: intrattenimento con la Art Show Dance di Eleonora Di Miele (saggio di danza)

Tutti i giorni: misurazione della pressione e glico-test (il test della glicemia) gratuiti


Sopra, una foto dei volontari, davanti alla nuova sede di via Empolese 366. Per prenotazioni e maggiori informazioni, potete telefonare al numero sul fronte del volantino (clickare per ingrandirlo). Il programma qui riportato è il più aggiornato che sono riuscita a trovare (sui fogli in bianco e nero), purtroppo qualsiasi cambiamento non è di mia competenza.

Quasi dimenticavo! Un ringraziamente particolare, da parte mia, va alla barista del Pool bar di Monsummano (il bar della piscina comunale) che è stata tanto gentile da portarmi una copia del programma aggiornato della festa e che come tanti altri volontari si impegna per il bene di tutti :) Grazie.

giovedì 30 agosto 2007

New Club Gioia Dance

Qualche tempo fa, una ragazza mi ha chiesto per email qualche consiglio rispetto a quale scuola di ballo liscio e latino americano potersi iscrivere qui in zona; e sapendo che è un argomento di un qualche interesse per molti, ho deciso di proporre alcune scuole della zona (sono ben accetti anche consigli nei commenti) proprio qui sul blog.


Comincio dalla scuola New Club Gioia Dance, che ho avuto anche l'occasione di vedere in diverse esibizioni e mi ispira molto (probabilmente mi iscriverò anche io lì per questo autunno). Sotto riporto il fronte e le pagine interne del loro depliant.



Come potete leggere ingrandendo l'immagine, la scuola dispone di diverse sedi (Lamporecchio al Circolo Arci di Borgano, Cerreto Guidi e Cerbaia, nei rispettivi circoli Arci e presso la palestra di Pieve a Nievole, Dynami-x) e l'offerta di corsi è veramente ampia e diversificata per ogni età, dai bambini agli anziani.

I due maestri sono tra i migliori ballerini del mondo, nonchè campioni italiani dell'anno scorso: Francesco Calcò e Silvia Stivè. Ma anche i loro collaboratori sono professionisti di alto livello, tutti di classe internazionale: Antonio Ferrante ed Eleonora Filippi e Angelo Madonia (uno dei ballerini che partecipò all'ultima edizione di Ballando con le Stelle su Rai1) e Jelena Samuilova. Infine, l'associazione New Club Gioia Dance, dispone tra i suoi collaboratori, anche del prof. Massimo Pilato, con laurea in Scienze motorie e specializzazione in ginnastica correttiva e medica.

Sempre nel volantino, si può leggere dell'interessante promozione rivolta a chi prenoterà le lezioni entro il 15 Settembre, tutti coloro che lo faranno, infatti, potranno usufruire di un mese gratuito di lezioni.

martedì 28 agosto 2007

Bando di concorso

E' uscito un bando per la copertura di 1 posto da collaboratore Amm.vo Cat. B3 a tempo pieno e indeterminato scade il 10/09/07 per il comune di Serravalle Pistoiese.

giovedì 23 agosto 2007

"Pensavamo sparassero alle anatre"

Sono passati 63 anni dalla strage del Padule di Fucecchio, morirono 175 persone uccise per mano dei tedeschi in ritirata. Mia nonna, che fortunatamente era nascosta in una zona che non interessò il rastrellamento, ancora mi racconta che lei e le sue cugine pensavano che quegli spari fossero indirizzati alle anatre.

Penso che in giornate come questa, come spesso si dice, siano un'occasione per ricordare e per tramandare la nostra memoria storica alle future generazioni. Ormai 13 anni fa, quando io ancora facevo le elementari, fu l'occasione, per i ragazzi delle scuole di Monsummano, per dare vita a quello che poi è diventato il libro nell'immagine che ho inserito in questo post. Sono certa che sono ancora tante le famiglie che lo hanno conservato. Vorrei invitare chi lo avesse ancora a sfogliarlo, magari per progettare un'iniziativa simile per il prossimo anno. Quello che dette vita alla pubblicazione fu un percorso istruttivo e stimolante per i ragazzi che vi parteciparono, un modo molto intelligente di imparare la storia e per non dimenticare un passato che non dovrebbe più ripetersi.

martedì 21 agosto 2007

Piscina termale

Il tempo non è dei migliori ma non volevo aspettare oltre per (ri)tornare a parlare della piscina termale di Monsummano.



L'ultima volta che lo feci, infatti, non c'ero ancora stata, ma, adesso, posso dire di essere una frequentatrice se non assidua, quantomeno fedele di questa meravigliosa struttura; allora ho pensato potesse interessare la recensione di una cliente, mentre, per tutte le informazioni sui prezzi, gli orari e ulteriori foto oltre a quelle sul nostro flickr, rimando al sito dell'hotel Grotta Giusti e, in particolare, alle pagine dedicate alla piscina termale.

L'acqua ha una temperatura praticamente costante attorno ai 35° ed è quindi perfetta sia per i bagni notturni (ancora per tutto agosto possibili nelle serate sia del venerdì che del sabato e poi solo al venerdì fino al 24 settembre) che per il giorno.

Inizialmente ero preoccupata fosse troppo calda per un'assolato pomeriggio di agosto, ma mantenendosi qualche grado sotto la temperatura del corpo umano è praticamente perfetta. Non dà nemmeno problemi appena dopo mangiato quindi ci si può subito rituffare in acqua.

Basta immergersi (la profondità è ovunque di un metro e trenta) e si capisce subito che non si tratta di acqua comune visto che è particolarmente "pesante" da spostare per merito dei minerali che la arricchiscono (e tra cui, fortunatamente non è presente lo zolfo dall'odore sgradevole). La sensazione che se ne ha una volta usciti e anche a fine giornata è di rilassatezza in tutto il corpo e la pelle rimane particolarmente liscia. Questo sia che si usufruisca o meno delle postazioni idromassaggio.

Ve ne sono molte e di diversi tipi: quella in cui si sta sdraiati sulla schiena, quella dove si sta seduti, oppure in piedi e altre ancora. C'è da fare un po' di fila, specie a metà pomeriggio, ma i bagnini e le bagnine, oltre a essere a disposizione per ogni informazione e a vigilare sulla sicurezza delle persone in acqua (seppure la profondità non sia troppa come sottolineato poco prima), controllano anche che a tutti spetti di fare il turno di idromassaggio dopo regolare fila.

Un altro vantaggio non trascurabile, a mio parere, rispetto a una piscina normale, è la tranquillità, dal momento che il regolamento vieta schiamazzi, tuffi e schizzi. Perciò nessuno rischia di essere annaffiato inaspettatamente mentre prende il sole o legge il giornale.


Per colazione e pranzo (o cena) è aperto il Bio Aquam Cafè (sopra, in foto, il logo su una delle vetrate), fornito di panini, insalatone, piatti freddi e caldi (sia primi che secondi), frutta e dolci da consumare all'interno o ai tavoli sotto la terrazza. Fin'ora ho sempre scelto piatti freddi e devo dire che mi sono sempre sembrati molto buoni.

Certo, la bellezza della struttura, circondata dal verde delle colline e della macchia, l'acqua termale, la tranquillità, il personale carino e disponibile, il ristorante elegante e il buon cibo hanno un prezzo ovviamente superiore a quello di qualsiasi altra piscina. Ma non credo si discosti poi molto da quanto viene a costare una giornata di mare (se si considera anche benzina e autostrata) perciò penso che questo sia un motivo in più per farci un salto. Magari tra settimana, giorni in cui i residenti a Monsummano possono usufruire di uno sconto del 30% esibendo un documento di identità).

L'ingresso comprende l'uso dell'armadietto e un posto ombrellone fino a esaurimento (ovvero: prima assegnano postazioni comprensive di un ombrellone una sedia e due lettini e poi quando sono finiti rimangono lettini senza ombrelloni). La fila per l'ingresso all'apertura della piscina è un po' lunga ma scorre velocemente e ordinatamente, ciabatte e cuffia sono obbligatorie ma se le dimenticate a casa è possibile noleggiarle presso la struttura stessa.

Per concludere vorrei dire che non sono proprio l'unica a essere rimasta contenta della piscina: parlando con gli altri frequentatori ho avuto conferme che chi ci è stato una volta cerca di tornarci e tutti l'ammirano per la bellezza, tranquillità e proprietà dell'acqua. Mi è sembrata, inoltre, meta di molti turisti in quanto diverse persone in acqua parevano parlare francese o olandese oppure avere cadenze venete o piemontesi e ho quindi ipotizzato si trovassero qui in vacanza.

mercoledì 15 agosto 2007

Ferragosto monsummanese


Scatto dalla piscina comunale all'aperto di Monsummano (verso le 10 di ieri mattina). La struttura in mattoni sullo sfondo è quella delle vasche che vengono usate nel periodo invernale.



Parte del prato della piscina comunale di Monsummano (si vede Monsummano Alto sullo sfondo) appena dopo l'apertura, con ancora tutti gli ombrelloni da occupare.

Il Pool Bar, accessibile sia dall'esterno che dall'interno della struttura dove si trovano le vasche. Al bar si può pranzare con primi e/o secondi, insalate, panini, frutta fresca e una buonissima pizza, dalla riapertura a settembre, anche da asporto.


Le due vasche della piscina all'aperto: quella dei piccoli e, dietro, quella più grande, lunga 25 metri e, se non sbaglio, di otto corsie; nel punto più profondo misura 1,70 metri di profondità.
La piscina estiva sarà aperta fino al 31 di agosto con i suoi corsi di nuoto, acquagym e hydrobike. Le attività al chiuso, invece, riprenderanno dalla metà di settembre.
Per ogni ulteriore informazione e per sapere come raggiungere la struttura, rimando al sito ufficiale dell'Associazione nuoto Valdinievole.
Personalmente, consiglio la comunale di monsummano, oltre che per i prezzi praticati (inferiori a quasi se non tutte le altre piscine della zona) per la disponibilità e simpatia di tutto il personale, l'ambiente familiare, la pulizia e, per quanto riguarda la piscina esterna, la piacevole e leggera brezza che soffia quasi sempre sui prati degli ombrelloni.
Le foto qui pubblicate, possono vedersi meglio sul nostro Flickr.


venerdì 10 agosto 2007

Stelle cadenti, dove poterle ammirare?

Questa sarà la notte di San Lorenzo, voi dove andrete a vedere le stelle cadenti?

Ieri mi è stata proposta la località San Lorenzo (vicino Pescia, per intendersi, per andare l'omonimo discopub) dove, in occasione del Santo Patrono, saranno spente le luci per poter ammirare meglio le stelle, cadenti e non (tempo metereologico permettendo, ovvio).

Fino a qualche anno fa, invece, io mi ritrovavo con le amiche in località Madonna della Neve (praticamente sotto Montevettolini), è un punto molto buio quindi perfetto per guardare le stelle.

Si accettano altri consigli su dove appostarsi per ammirare il cielo di questo San Lorenzo, se vi va, lasciateli nei commenti.

mercoledì 8 agosto 2007

-31 alla XI Festa Medievale di Montevettolini




Ogni anno migliaia di persone raggiungono il piccolo paese di Montevettolini in occasione della Festa Medievale che si terrà tra trentun giorni, nella sua undicesima edizione (sabato 8 settembre prossimo).

L’atmosfera per l’occasione è a dir poco magica, si rivive l’antico periodo storico con la rievocazione organizzata dall’associazione Il Rondò assieme a grandissima parte dei montevettolinesi e altre associazioni di rievocazione storica. La festa coinvolge ogni famiglia per la sua preparazione e nonostante il lungo lavoro che vi sta dietro, l’avvenimento non manca mai di riempire tutti di gioia: paesani, ospiti e turisti che accorrono a Montevettolini per l’occasione. Tant’è vero che ogni anno sempre più persone vengono a godersi la Festa e le vecchie conoscenze portando nuovi amici che ne rimangono inevitabilmente affascinati.
(Nelle foto, due momenti delle passate edizioni)

Per chi si preoccupasse di come raggiungere la cittadella, va sottolineato che a partire dal pomeriggio di sabato, ovvero, all’inizio della festa fino alla sua conclusione, sarà disponibile un servizio navetta gratuito che da Pozzarello, porta fin su a Montevettolini (e ritorno). Nel paese, infatti, per una giornata, le auto saranno bandite, rimanendo ai piedi del colle, come tutta la modernità.

Oltre alle navette, anche l’ingresso al paese è gratuito, un’occasione, quindi, rara, solo per il secondo sabato di settembre, ma che garantisce divertimento per tutti.

Per “rifocillar lo corpo e lo spirito”, potremo gustare piatti tipici medievali (e non solo medievali) carni alla brace, zuppe saporite, formaggi, torte rustiche e ovviamente buon vino rosso.

Potremo poi lasciarci ammaliare dalle rievocazioni del Verde Vento di San Miniato e dal percorso delle paure della compagnia Drago Nero di Certaldo. Stupirci con l’arte della falconeria, scoprire qualcosa di più sui funghi con l’associazione micologica di Lucca e sugli antichi mestieri medievali, sugli accampamenti di cavalieri e tanto altro ancora con le associazioni Castrum Calenzani, Cohors Leonis e con Amerigo Fontani che interpreterà il leggendario Frà Cipolla. All’intrattenimento dei piccoli, invece, ci penseranno le ragazze della Giodò, con il loro programma di giochi e divertimenti per bambini.
Sarà anche possibile ascoltare le musiche medievali dei musici Symphonia medievale di Roma, eseguite con strumenti tipici dell’epoca.

Rendo disponibile il programma dettagliato di tutta la festa, da scaricare in formato word, grazie all'accordo con l'associazione Il Rondò, al cui sito, comunque, rimando, per qualsiasi approfondimento.

Un ringraziamento all'associazione per le informazione fornitemi e le belle foto qui pubblicate.

(Nel post sono stati inseriti solo i link dei gruppi che sono riuscita a trovare sul web).

martedì 31 luglio 2007

Intervista approfondimento sulle energie rinnovabili e in particolare sui sistemi fotovoltaici

Qualche settimana fa, ho incontrato il sig. Claudio Ciampi, perito elettrotecnico, titolare di Oasi EnergEtica Tuscany Service, un’agenzia specializzata in campo energetico, dedicata all’informazione ed allo sviluppo delle fonti di energia alternative e rinnovabili, dotata anche di esauriente sito web.

In particolare, Oasi EnergEtica Tuscany Service è forte degli oltre 25 anni di esperienza maturata dal sig. Ciampi in campo energetico ed è caratterizzata da una particolare attenzione verso l’ambiente e da importanti sinergie con tecnici ed installatori specializzati. Tali caratteristiche mi hanno subito ispirato fuducia nei confronti dell’agenzia e mi hanno spinto a richiedere un colloquio col titolare per poter approfondire gli argomenti relativi alle energie alternative e rinnovabili e quindi produrre il materiale che ora pubblico sul blog.

L’obiettivo dell’agenzia, mi ha spiegato come prima cosa il suo titolare, è innanzitutto quello di essere un punto di riferimento etico sul territorio, una convergenza di conoscenze ed esperienze specifiche nel settore delle energie rinnovabili; fine che ho pensato si potesse ben conciliare anche con i propositi di Monsummano Terme on line.

Di seguito, propongo la prima domanda (in grassetto) con relativa risposta dell'intervista fatta col sig. Claudio Ciampi (integrata con successive aggiunte concordate in uno scambio di mail successivo all'incontro) e tutto l’elenco delle domande a cui potrete trovare risposta leggendo o scaricando il file di word presso l’apposita pagina.

Oggi, sempre più sentiamo parlare di “energia" Vuole spiegarci il perché?
Indiscutibilmente, l’energia è considerata il carburante della crescita, ma il modo in cui la produciamo e la consumiamo sta mettendo in pericolo l’equilibrio del pianeta e la preservazione delle sue risorse naturali. L’Energia che oggi utilizziamo – su scala mondiale – deriva per circa il 90% da combustibili di origine fossile (petrolio, carbone, metano).Al ruolo attualmente irrinunciabile di questi combustibili, si contrappone il loro forte impatto ambientale. Sono, infatti, i primi responsabili di emissioni inquinanti: anidride carbonica (CO2), ossidi di zolfo (SOx), ossidi di azoto (NOx), metano (CH4), composti organici volatili (COV).Come ormai noto, il fenomeno del riscaldamento globale altro non è che un “surplus energetico” all’interno della macchina climatica, dovuto all’aumentata concentrazione di gas serra in atmosfera.Nasce dunque l'esigenza – altrettanto irrinunciabile – di conciliare aspetti industriali ed economici, con il benessere quotidiano dei cittadini ed urgenze ambientali. Oltre ad un uso più razionale dell’energia, ad iniziative per accrescere l’efficienza energetica e per favorire lo sviluppo tecnologico, il ricorso alle “risorse energetiche alternative” a quelle fossili rappresentano l’unica via percorribile per garantire uno “sviluppo sostenibile” della nostra società e per la “sopravvivenza del nostro stesso pianeta”.Inoltre – considerando anche la forte instabilità politica dei paesi dai quali vengono approvvigionati i combustibili fossili – l’acquisizione di una commisurata “autonomia energetica”, attraverso un nuovo modello di “produzione decentralizzata”, avrebbe un significato di particolare rilevanza, sia politica che economico-sociale, indistintamente, per i piccoli e per i grandi utilizzatori.

Elenco di domande a cui troverete risposta scaricando l'apposito file di word:

  1. Oggi, sempre più sentiamo parlare di energia, vuole spiegarci il perché?
  2. Ma cosa sono esattamente le energie alternative e perché vengono chiamate “rinnovabili”?
  3. Ad oggi quali iniziative sono state adottate nel nostro Paese?
  4. Qual è la differenza sostanziale tra un impianto fotovoltaico ed un impianto solare termico?
  5. Quali sono i maggiori rischi in cui si può incorrere interessandosi all’istallazione di un sistema fotovoltaico per la propria abitazione o per la propria azienda?
  6. In estrema sintesi, si rischia di acquistare un impianto che non rende quanto preventivato?
  7. Cosa causa questo tipo di rischio? Come evitarlo?
  8. Quali obiettivi deve prefiggersi il potenziale acquirente di un impianto fotovoltaico?
  9. L’informazione è quindi più che mai fondamentale in questo settore, sia per tutelarsi da certi rischi che per evitare possibili truffe. Quali sono le caratteristiche dell’informazione da ricercare e attraverso quali ambienti si può reperire?
  10. Come pensa che si possa ovviare a tutto ciò [rischi spiegati nella risposta alla domanda precedente]?
  11. Quanto tempo trascorre, generalmente, dal primo contatto tra cliente ed azienda, all’ultimazione dei lavori, con collaudo e messa in esercizio dell’impianto fotovoltaico?
  12. Sul vostro sito è presente una sezione dedicata alla ”Edilizia Verde”, può parlarcene brevemente?

Un grande ringraziamento al sig. Ciampi che è stato così gentile da dedicare qualche ora del suo tempo per rispondere a tutte le domande che potete trovare nell’intervista completa da poter scaricare come sopra indicato.

lunedì 30 luglio 2007

Il Rondò di Montevettolini

Non è ancora arrivato agosto, ma è già da qualche tempo che sappiamo che il prossimo 8 settembre si terrà l'ormai consueta Festa Medievale di Montevettolini, arrivata alla sua undicesima edizione. Ne ho parlato con uno dei ragazzi dell'associazione che ne cura i preparativi e a un mese esatto (l'8 agosto) dalla festa sarà possibile scaricare dal blog il programma dettagliato di tutta la manifestazione. Nel frattempo, ho pensato potesse essere carino far conoscere qualcosa in più dei ragazzi che, assieme a tutta la cittadinanza, lavorano tanto per la Festa e moltissime altre iniziative legate al paese. Si tratta dell' Associazione Il Rondò di Montevettolini di cui propongo una breve presentazione nata da uno scambio di mail tra me e il gentilissimo sig. Roberto Francini, socio de Il Rondò.

Il Rondò Montevettolini, che prende il nome da una zona posta all'ingresso del paese, è nata nel 1992, col fine di valorizzare il paese di Montevettolini e creare aggregazione fra i ragazzi montevettolinesi.

Già da queste prime informazioni, che si possono avere anche visitando il sito de Il Rondò, questa associazione, la stessa che sta dietro a quasi tutte le più importanti manifestazioni di montevettolini, mi èsubito rimasta simpatica, d’altra parte i suoi scopi mi sembrano così vicini a quelli di questo blog che sia io che il sig. Francini, abbiamo pensato a una piccola collaborazione.

La storia di Rondò, conta, quindi, ormai diversi anni, ben quindici e circa una trentina di giovani soci, tutti amici tra loro, tutti pienamente consapevoli di aver dato vita a una realtà importante non solo per Montevettolini, ma per tutta la Valdinievole.
Le attività e opere a cui l'associazione si dedica, sono varie e molto numerose, tanto che ne propongo giusto un elenco non esaustivo:

  • addobbi natalizi per il paese, illuminazione decorativa delle vie di Montevettolini incollaborazione con la popolazione, allestimento di un albero di natale piùalto di 12 metri;
  • staccionata e aiuola al cancello di Villa Borghese;
  • rifacimento del pavimento esterno della chiesetta della Madonna della neve;
  • costruzione di un muretto con aiuola all’ingresso del paese diMontevettolini;
  • organizzazione di gare di torte;
  • escursioni a piedi e a cavallo;
  • raduno Ape 50 Piaggio;
    fierucola di prodotti biologici;gite sociali;
    vendita natalizia a favore dell’UNICEF;
  • ristrutturazione di marginette;ripristino fontane del paese;
  • rassegna teatrale Messidoro;
  • dieci edizioni della Festa Medievale (che si tiene ogni anno il secondo finesettimana di settembre)

Attività e opere che penso meritino appieno l'ammirazione per questi volenterosi ragazzi che hanno trovato il modo di stare insieme e divertirsi facendo qualcosa di buono per il loro paese e anche per il turismo della nostra area. Un ringraziamento particolare al sig. Francini per avermi fornito tutte le informazioni del caso e per la collaborazione mostrataci.

Tra pochi giorni parlerò della Festa Medievale di settembre, illustrandone il programma che è già disponibile sul sito de Il Rondò, nelle pagine dedicate alla festa: storia, programma, immagini, Medioevo, vestiario, cartamodello, oroscopo celtico.

Blog in vacanza per sette giorni

Dal primo di agosto fino al 7/8 sarò al mare, perciò non garantisco di poter aggiornare il blog fino al mio ritorno.

venerdì 27 luglio 2007

Topo Oreste e La Grande Città - una breve recensione

Ho letto con molto piacere questo piccolo libro e mi è sembrato di vederci dentro tante cose che lo rendono adatto non solo ai bambini (a cui sembra essere in primo luogo dedicato) ma anche ai grandi.

Ci ho visto Shrek e Alice nel Paese delle Meraviglie, il cartone Brisby e il segreto di Nimh e Fievel sbarca in America, entrambi del regista Don Bluth, tutte opere che forse hanno ispirato il serravallino Piazzesi, autore di Topo Oreste e la Grande Città. Ma ci ho visto anche lo sforzo di distinguere il bene dal male e combattere quest’ultimo innanzitutto con la ragione ma, a mali estremi, anche con la forza.
Il piccolo Topo Oreste è la celebrazione dell’ingegno e del coraggio. Coraggio oltre che contro i cattivi, contro le proprie intime paure e pregiudizi; un coraggio attraverso cui, dunque, anche i piccoli possono compiere grandi imprese ed essere riconosciuti e ammirati per il proprio operato.
Passando al commento della struttura narrativa, trovo che l’autore, Simone Piazzesi, abbia seguito abbastanza lo schema classico della fiaba (rottura della normalità con eroe che deve compiere una prova difficile, reiterazione delle prove –che falliscono via via- aiuto di un altro personaggio dall’alone se non magico per lo meno di assoluta autorità, sanzione positiva nel finale ecc); riservando l’originalità, a mio parere giustamente, per elementi più superficiali (location e quindi descrizione di ambienti e atmosfere). Faccio alcuni esempi che mi sembrano maggiormente significativi: innanzitutto la Grande Città (che mi ha ricordato il Regno di molto molto lontano in Shrek 2 e un po’ anche Città Laggiù del programma televisivo La Melevisione) è, appunto, una città, ambientazione piuttosto insolita per una fiaba e ne vengono evocati quartieri, zone e comunità più o meno ricche e fortunate, più o meno coese e in lotta con altre; secondariamente, le descrizioni di alcuni luoghi in cui si svolge l’azione, non sono proprio quelle tipiche da fiaba (nè verdi vallate dove gli uccellini cinguettano e il tramonto tinge le chiome degli alberi di tutte le sfumature del rosso, nè ordine e pulizia, gioia o spensieratezza –nemmeno all’inizio del racconto, prima che la normalità venga rotta).
Tra gli aspetti positivi, a mio parere, non vanno dimenticati l’uso di un lessico abbastanza alto per il pubblico di piccoli lettori, che hanno così modo di imparare parole nuove (come boria, ripudiato, adiacente, tributavano venerazione e altre ancora, credo, abbastanza inusuali per dei bambini) e il finale, aperto eppure non così scontato come si potrebbe prevedere per una storia del genere.
Infine, poiché non mi sono del tutto “im-mollichita” (a chi capita di sentire le recensioni di Vincenzo Mollica su Rai Uno immagino sappia cosa intendo) vengo anche agli aspetti che mi sono piaciuti meno: per prima cosa, il rilievo dato all’umiltà del protagonista (a mio parere eccessivo) e come viene rappresentata la saggezza, specie nelle figure di nonno gatto e nonno topo :) due elementi su cui purtroppo, però, non posso dilungarmi pena di rovinare il piacere della lettura a chi ancora non ha acquistato il libro.

Inoltre, devo rilevare, non so se a torto o a ragione, che mi è sembrato di percepire nel testo qualcosa che si potesse riferire all’annosa questione arabo-israeliana; non voglio spaventare né bambini né genitori che magari nel leggere un commento del genere potrebbero immaginarsi una storia troppo efferata o oscura. Quello di cui sto parlando è poco più di un’evocazione, che non riesco a capire nemmeno se sia una mia personale sensazione o un effetto ricercato dall’autore e studiato per un pubblico più adulto e sicuramente in grado di percepirlo. Un’idea buona, forse, ma che non ho potuto fare a meno di percepire in modo ambiguo e non proprio positivo. Evitando, ancora una volta, di raccontare troppo di Topo Oreste e la sua avventura per non rovinare la lettura di nessuno, dirò che pur trovando normale, nonché auspicabile, che una fiaba incentivi la diffusione di generali sentimenti di altruismo e fratellanza, spererei che in questo caso la distribuzione dei ruoli narrativi non fosse una sorta di stretta allegoria con le vicende arabo-israeliane perché in tal caso la troverei non solo riduttiva ma forse soprattutto fuorviante, a tratti portatrice di una forma mentis che genera, purtroppo, troppe incomprensioni e, sui nostri media (e il libro è un medium), disturbi comunicativi.

Per gli interessati all’acquisto di Topo Oreste e La Grande Città, rimando al sito stesso del libro e alla pagina con le modalità di ordine e pagamento.
Se hai un sito o un blog, invece puoi iserirvi uno dei banner di Topo Oreste, proprio come questo di seguito :)



Scarica questa recensione sottoforma di file di word.